Le Terme

Le acque della fonte termale Acqua Grazia, interna alla struttura, sono classificate tra le acque termali sulfuree- alcaline – salso bromo iodiche – boriche, alcalino litiose, considerate da sempre le acque minerali più efficaci.
Presso l’ Hotel Terme Acqua Grazia è possibile usufruire delle seguenti cure in convenzione SSN:
Fangobalneoterapia, insufflazioni tubo timpaniche, Ciclo di cura per vasculopatie, Cure Inalatorie. Molteplici sono le attività che lo zolfo, lo iodio ed il bromo conferiscono a queste acque: mucoregolatrice, immunostimolante, eutrofica, plastico-protettiva. Lo zolfo migliora la funzione olfattiva e, favorendo la produzione di energia, attiva il metabolismo cellulare. La presenza di iodio e di bromo conferisce a queste acque attività antisettica e sedativa. Al cloruro di sodio spetta, invece, un’azione antiedemigena e fluidificante.

Le cure termali, che sfruttano le preziosissime proprietà dell’ acqua sulfurea salsobromoiodica, sono le migliori alleate per prevenire la comparsa delle malattie da raffreddamento, perchè favoriscono l’aumento delle difese immunitarie, il miglioramento della resistenza dei tessuti, la diminuzione del numero di manifestazioni di episodi acuti e una minore riacutizzazione delle patologie croniche.

I benefici di questi trattamenti si mantengono per lungo tempo. È preferibile effettuare due cicli di cure all’anno, preferibilmente in primavera ed in autunno. Si tratta, nella gran parte dei casi, di patologie che tendono a riacutizzarsi in presenza di particolari condizioni atmosferiche come l’umidità e gli sbalzi di temperatura. Un ciclo di cure specifiche si rivela efficace nel diminuire, o addirittura eliminare, l’assunzione di antinfiammatori, che curano in
molti casi solo il sintomo e non le cause del problema.

Presso l’ Hotel Terme Acqua Grazia è possibile usufruire delle seguenti cure in convenzione SSN

La fangobalneoterapia

Sono trattamenti termali che riducono il dolore, migliorano la circolazione
sanguigna, aumentano il tono muscolare ed il recupero della funzionalità articolare.

La terapia è composta da applicazione di fango caldo a 50°, doccia di annettamento, balneoterapia in vasca ferma e reazione.

La fango balneoterapia è indicata per il trattamento delle malattie reumatiche e ortopediche: osteoartrosi localizzata o diffusa, cervicoartrosi, lombartrosi, esiti di interventi per ernia discale, periartrite scapolo-omerale, esiti di poliartrite reumatica, osteoporosi, reumatismi extraarticolari, fibromialgia, tendiniti, fibrositi.

Promozione 10 anni di attività:
Per chi effettua la Fangobalneoterapia in omaggio  ingresso di 1 ora in piscina termale.

Le insufflazioni tubotimpaniche

sono indicate nella stenosi tubarica,nell’otite catarrale cronica, nell’otite purulenta cronica, nell’otite sierosa, nella sordità rinogena, nella tubotimpanite.

La terapia è composta da insufflazioni, cure inalatorie e nebulizzazione.

Le insufflazioni endotimpaniche garantiscono un netto miglioramento della funzione uditiva e prevengono il riacutizzarsi di otiti. Possono essere eseguite con cateterismo tubarico o con politzer per i bimbi.
Promozione 10 anni di attività: n° 2 Ingressi alla piscina Termale

Ciclo di cure per le vasculopatie

L’idromassaggio in acqua termale migliora il senso di pesantezza e di gonfiore alle gambe per chi soffre di disturbi circolatori, in particolare di quelli venosi degli arti inferiori.

Cure Inalatorie

Attraverso moderne tecniche, l’acqua viene ridotta in particelle infinitesimali che raggiungono le alte o le basse vie respiratorie. I risultati di questi trattamenti portano, ad una sensibile riduzione dei sintomi, ad una migliore funzione respiratoria, all’aumento delle difese immunitarie,ad una diminuzione della tosse e un minor ricorso ai farmaci.

La balneoterapia

L’acqua sulfurea salsobromoiodica favorsce la perdita degli strati più superficiali  della cute e stimola la produzione di un nuovo strato corneo sano, elastico e morbido. La balneoterapia è particolarmente indicata per alcune malattie dermatologiche quali eczema, dermatite atopica, dermatite seborroica ricorrente, psoriasi.